« Torna agli articoli

Il Branco alleva le promesse del ciclismo
Agonismo e scuola di vita: il gruppo di Stradella si rinnova per far crescere il movimento delle due ruote

30 dicembre 2014 | Marco D'amato

STRADELLA. Un plotone di 40 ragazzi, dai giovanissimi della categoria G-0 agli Esordienti: promesse del ciclismo made in Pavia.

Scuola di vita e di sport in sella e sui pedali: è l’obiettivo della scuola di ciclismo Il Branco di Stradella da che è nata e lo è, naturalmente, anche per il 2015, un anno in cui non mancheranno le conferme.

Il nuovo presidente del team oltrepadano, Franco Scappini, conferma: «Nell’ottica di una crescita qualitativa e numerica dei nostri ragazzi, Il Branco ha rinnovato gli organici societari. Tutto questo porterà grandi vantaggi al nostro gruppo grazie all’esperienza maturata da molti di noi nei più diversi ambiti sportivi. Siamo pronti a fare più e meglio di quanto già fatto nel 2014 che comunque rappresenta per noi un traguardo davvero lusinghiero».

Scuola di ciclismo per tanti ragazzi, ma anche trampolino di lancio per i più promettenti che, nella stagione che si è chiusa, hanno saputo fare faville, in strada ed nell’off-road.

Risultati eclatanti: a livello societario, Il Branco è stato primo nella challenge a squadre su strada patrocinato da La Provincia Pavese. Poi quattro campioni provinciali su strada: Antonio Flutur (G-1), Enrico Calatroni (G-3), Andrea D’Amato (G-6) ed Irene D’Amato (G-6 donne); cinque titoli provinciali in mountain-bike: Giovanni Daturi (G-1), Andrea D’Amato (G-6), Margherita Desando (G-5 donne), Irene D’Amato (G-6 donne) e Matteo Tagliaferri (esordienti primo anno); infine un argento ai campionati regionali di velocità con Andrea D’Amato (G-6).

Insomma, una stagione da incorniciare, da bissare nella nuova annata agonistica.

Il presidente Franco Scappini aggiunge: «Abbiamo in squadra tanti ragazzi carichi di buona volontà. Le vittorie sono importanti anche alla loro età per trovare motivazioni a continuare nell’attività e ad allenarsi per crescere agonisticamente. Ma è essenziale seminare nei ragazzi il vero senso dello sport dove amicizia, rispetto dell’avversario, impegno e divertimento sono un mix indissolubile».

Non a caso, Il Branco è vera e propria scuola di formazione sportiva e di amicizia. Prima di Natale, in occasione degli auguri della società alle famiglie ed ai ragazzi, il team dirigenziale ha illustrato il programma della stagione 2015, ricco di impegni formativi (già avviati gli allenamenti per il potenziato settore esordienti), di trasferte di gruppo in occasione di meeting su strada e mountain bike, di impegni organizzativi con gare organizzate nelle due specialità. E poi la conferma più attesa, indispensabile per proseguire nel “progetto scuola”: il rinnovo della sponsorizzazione da parte della Cantina Terre d’Oltrepò, un programma di affiancamento che giova tanto all’immagine dell’Oltrepo Pavese quanto alla squadra ciclistica Il Branco Stradella di cui l’oltrepo sportivo stesso va fiero.

Paolo Calvi

+Copia link